Tutti i numeri dell’Inceneritore

673px-bilancio_materia_inceneritore3
51 il numero degli inceneritori
– o termovalorizzatori, perché alcuni sono in grado di produrre anche calore ed energia – in Italia. Si tratta di impianti per lo smaltimento dei rifiuti urbani e/o speciali, che utilizzano processi di combustione condotti in eccesso di ossigeno.

60 milioni di euro: il costo per mantenere un inceneritore funzionante.

15-20% è il rendimento energetico di un inceneritore.

3-5 volte superiore è il vantaggio energetico che si ottiene mediante il riciclaggio e il compostaggio

4-6 anni: il tempo necessario per la costruzione di un inceneritore.

850°C: la temperatura alla quale sono bruciati i rifiuti. Nel processo di abbattimento dei fumi e di post combustione sono usati anche calce, urea e ammoniaca per cercare di combattere le emissioni tossiche.

1100-1200°C: la temperatura alla quale vengono modificate le molecole inquinanti. Il raffreddamento troppo veloce provoca però il ricomporsi delle diossine. Per ridurre questo rischio si può raffreddare il gas velocemente ma poi è impossibile sfruttare appieno il calore per produrre energia.

20% è l’efficienza di conversione del calore in energia elettrica. Il rapporto fra il consumo di energia di un inceneritore e il suo rendimento è negativo: è maggiore il consumo del rendimento. Allo stesso modo viene impiegato un quantitativo di acqua spropositata che non sempre viene recuperata, purificata e riutilizzata.

30% della massa totale dei rifiuti da bruciare si trasforma in rifiuti speciale tossici che devono poi essere inviati a una discarica di rifiuti speciali. Per smaltirle più velocemente le ceneri tossiche vengono miscelate ai materiali da costruzione.

3-5%: il peso dei rifiuti introdotti in un inceneritore che diventa polvere sottile e che si deposita nell’aria che respiriamo.

60-100 metri è l’altezza di una ciminiera da cui esce un cocktail di sostanze chimiche altamente velenoso. L’altezza determina la dispersione di composti tossici su aree molto vaste.

Fonte: www.greenpeace.org/italy/campagne/inquinamento/rifiuti/inceneritori